Studio

Roma Eur e Trastevere

Per appuntamenti

3472741274

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

bambino non cresce

Il bambino che non cresce

La bassa statura in età pediatrica può riconoscere molteplici cause patologiche tra cui malattie croniche (particolarmente frequente la celiachia), ipotiroidismo, deficit di GH, alterazioni del numero e/o della struttura dei cromosomi. Più frequentemente però è legata a condizioni che sono da ritenere semplici varianti di crescita, come la Bassa Statura Familiare ed il Ritardo Costituzionale di Crescita, caratterizzate da un pattern accrescitivo più lento al termine del quale la statura finale sarà proporzionata al bersaglio genetico.

Il problema può essere rilevato dal pediatra durante i periodici bilanci di salute del bambino in caso di rallentamento della velocità di crescita o di una variazione evidente rispetto alla statura attesa calcolata sull’altezza dei genitori. Oppure sono i genitori stessi che, spesso con l’ingresso del bambino a scuola, notano una differenza di altezza rispetto ai coetanei.

L’individuazione corretta della causa dei ritardi di crescita è necessaria non solo per il trattamento tempestivo di eventuali cause patologiche ma anche, più spesso, per evitare che si instauri uno stato di disagio emotivo nei genitori, che temono una malattia, e nel bambino, che può sentirsi inadeguato rispetto ai compagni.

Il corretto iter da seguire richiede per prima cosa di accertare se il problema sussiste realmente, ovvero se la statura del bambino si colloca al di sotto del 3° percentile delle curve di crescita, o se, anche se superiore a tale limite, si discosta in modo evidente dal bersaglio genetico; o ancora, soprattutto, se si è verificato un rallentamento della velocità di crescita ( che varia a seconda dell’età del bambino).

Se viene accertata la sussistenza di una bassa statura il passo successivo consiste nell’indagare il pattern di crescita e di sviluppo puberale dei genitori alla ricerca di elementi comuni che possano indirizzare verso una diagnosi di Ritardo Costituzionale di Crescita.

Contestualmente il bambino dovrà essere oggetto di un accurato esame obiettivo per evidenziare eventuali segni clinici patologici che solo raramente indirizzano verso una causa endocrina (ipotiroidismo, deficit di GH, altre patologie più rare) e quindi procedere con i relativi accertamenti. Più spesso questi ultimi non appaiono però necessari e la situazione va solo monitorata nel tempo per confermare l’ipotesi di una normale variante di crescita o, al contrario, per cogliere tempestivamente elementi di sospetto.